Azienda

Il Frantoio Romano Vincenzo a Bronte dal 1959, si occupa prevalentemente della trasformazione delle olive in olio, sia per conto terzi che in proprio. il frantoio nello svolgere l’attività per conti terzi cura anche la consulenza relativa alle fasi di coltivazione e raccolta finalizzata al miglioramento qualitativo dell’olio indirizzando i produttori ad ottenere un olio extravergine sempre più di alta qualità. nel corso degli anni l’azienda ha sempre utilizzato tecnologie all’avanguardia nel processo di lavorazione delle olive. Nel 2007 sono stati fatti investimenti importanti con l’istallazione presso i nostri locali di un impianto con sistema di estrazione del tipo continuo integrale interamente costruito in acciaio inox e totalmente lavabile da partita a partita proprio per evitare che nell’olio ci possano essere mescolanze tra una partita e l’altra in modo da non modificare le qualità organolettiche dell’olio dei singoli produttori.

I vantaggi dagli impianti continui nei confronti di un impianto tradizionale ad unica pressione della medesima capacità lavorativa sono:

1) occupa una superficie nettamente minore, circa il 60%;
2) richiede manodopera ridotta, in considerazione del suo elevato automatismo;
3) ha alta produttività, macchinari più puliti, con produzione di olio di qualità complessiva migliore.

Da un ciclo continuo, a parità di qualità delle olive molite, si ottiene spesso un olio dal sapore più piccante, dotato di una maggiore carica di polifenoli e, maggior dotazione quindi di antiossidanti naturali, più serbevole e salutevole.
Le Fasi di lavorazione:
Raccolta: a mano e con l’ausilio di macchine agevolatrici
Le olive raccolte dalle campagne stoccate in cassoni di plastica entro le 24 ore successive vengono versate nell’impianto per essere lavorate
Defogliazione: con l’ausilio di un aspiratore vengono asportate tutte le foglie presenti nelle olive,
Lavaggio olive: Le olive una volta caricate passano in una lavatrice idropneumatica che provvede eliminare corpi estranei nonché eventuale presenza di terra.
Frangitura: le olive dopo essere state lavate passano attraverso una griglia forata spinta da una serie di martelli (frangitore) diventando una vera e propria pasta di olive.
Gramolazione: tramite una pompa a pistone la pasta viene trasferita in vasche in acciaio inox con delle pale che girano effettuando la fase di gramolazione che consiste nel rompere le sacche oleifere tramite i pezzetti di noccioli appuntiti dal passaggio attraverso la griglia forata del frangitore.
Separazione: attraverso una pompa monovite la pasta viene fluidificata con un piccolo quantitativo di acqua e trasferito nei decanter (centrifughe orizzontali) i quali provvedono alla separazione di olio acqua di vegetazione e sanza ( le tre fasi che compongono la pasta)
Chiarificazione: attraverso delle pompe l’acqua di vegetazione e l’olio separatamente vengono trasferiti in separatori verticali che provvedono alla purificazione totale  dell’olio extravergine.
Stoccaggio: l’olio ottenuto viene  stoccato a temperatura controllata in serbatoi di acciaio inox con l’ausilio di azoto (gas inerte) per evitare fenomeni di ossidazione.

Dopo una decantazione naturale l’olio viene confezionato in bottiglie e lattine di varia capacità per essere commercializzato in giro per il mondo.